La No Waste Road si arrichisce del contributo dei Musei Etnografici

La No Waste Road si arrichisce del contributo dei Musei Etnografici

Un passo importante verso l’implementazione della No Waste Road, obiettivo principale del progetto Interreg Italia Austria “No Waste”, quello promosso dall’Università di Trieste che, lo scorso Ottobre, ha riunito i principali musei etnografici del Friuli Venezia Giulia a Udine, ospiti del Museo Friulano di Storia Naturale. Oltre una dozzina i rappresentanti di Ecomusei, Musei Etnografici e rappresentanti della rete museale friulana “Carnia Musei” che hanno partecipato alla riunione di presentazione del progetto No Waste e che hanno discusso le proposte di collaborazione insieme ai referenti del Dipartimento di Scienze della Vita di UniTs.

Valorizzare, Condividere, Informare e Promuovere gli usi tradizionali per la produzione a basso impatto ambientale, per un futuro sostenibile ed equo”, queste le parole chiave di apertura dell’incontro che ha messo al centro della discussione le conoscenze tradizionali ed etnobotaniche legate alle tre piante modello del progetto No Waste, ovvero Lino, Canapa e Ortica.

Un excursus storico negli usi tradizionali che, a livello territoriale, gli Ecomusei hanno da sempre valorizzato, grazie all’importante raccolta di testimonianze dei protagonisti, dei reperti e dei manufatti conservati nelle loro strutture, e attraverso i quali hanno sviluppato progetti in collaborazione con le scuole primarie e secondarie per raccontare, con uno sguardo al passato, la chiave futura dello sviluppo sostenibile e dell’economia circolare.

Un bagaglio culturale importante che il progetto NO WASTE vuole mettere in rete, a disposizione di cittadini, turisti, studenti ed insegnati affinché possa essere utilizzato per progetti futuri o semplicemente per conoscere la storia del proprio territorio, non disperdendo la tradizione ma, altresì, sviluppando il futuro partendo da una solida base di conoscenze pregresse.

Dalle basi così create nel corso della riunione, e che rientrano come azioni nel Work Package 4 del progetto NO WASTE (“Cultura”), si proseguirà nei prossimi mesi con azioni concrete che coinvolgeranno gli Etnomusei e i partner di progetto, nello sviluppo congiunto di schede di approfondimento da divulgare attraverso il sito www.nowasteproject.com e giornate dedicate alla valorizzazione e alla visita di alcune strutture che conservano questo enorme patrimonio di informazioni.

Galleria immagini